Studio Pagnan, Servizi Caf e Dichiarativi

Assegno al Nucleo Famigliare (coniugato)


Che cos’è l’assegno per il nucleo familiare (ANF)?

L'assegno al nucleo familiare (ANF) costituisce un sostegno al reddito per quelle famiglie di lavoratori dipendenti o pensionati da lavoro dipendente, i cui nuclei familiari siano composti da più persone e che abbiano redditi inferiori a quelli determinati ogni anno dalla Legge.

A chi spetta l’assegno familiare?

 L'Assegno per il nucleo familiare spetta:

  • ai lavoratori dipendenti del settore privato, 
  • ai lavoratori dipendenti agricoli, ai lavoratori domestici, 
  • ai titolari di pensioni (a carico del fondo pensioni lavoratori dipendenti, fondi speciali ed Enpals), 
  • ai titolari di prestazioni previdenziali 
  • ai lavoratori in altre situazioni di pagamento diretto.

Come viene calcolato il nucleo familiare

Gli ANF spettano per nucleo familiare che può essere composto da:

  • il richiedente lavoratore o il titolare della pensione;
  • il coniuge che non sia legalmente ed effettivamente separato, anche se non convivente, o che non abbia abbandonato la famiglia (gli stranieri poligami nel loro paese possono includere nel proprio nucleo familiare solo una moglie);
  • i figli ed equiparati di età inferiore a 18 anni, conviventi o meno;
  • i figli ed equiparati maggiorenni inabili, purché non coniugati, previa autorizzazione. Sono considerati inabili i soggetti che, per difetto fisico o mentale, si trovano nell'assoluta e permanente impossibilità di dedicarsi a proficuo lavoro;
  • i figli ed equiparati, studenti o apprendisti, di età superiore ai 18 anni compiuti ed inferiore ai 21 anni compiuti, purché facenti parte di 'nuclei numerosi', cioè nuclei familiari con almeno 4 figli tutti di età inferiore ai 26 anni, previa autorizzazione;
  • i fratelli, le sorelle del richiedente e i nipoti (collaterali o in linea retta non a carico dell'ascendente), minori o maggiorenni inabili, solo nel caso in cui essi sono orfani di entrambi i genitori, non abbiano conseguito il diritto alla pensione ai superstiti e non siano coniugati, previa autorizzazione.
  • i nipoti in linea retta di età inferiore a 18 anni, viventi a carico dell'ascendente, previa autorizzazione;

Il nucleo per i titolari di pensione ai superstiti ha diritto all'ANF se composto dal coniuge superstite che ha titolo alla pensione e dai figli ed equiparati di età inferiore a 18 anni o maggiorenni inabili titolari o contitolari della pensione. Il nucleo familiare può essere composto da una sola persona se il diritto alla pensione ai superstiti è riconosciuto a orfano minorenne, vedova minorenne o maggiorenne inabile.

Come viene calcolato l’assegno familiare?

Il riconoscimento e la determinazione dell’importo dell’assegno avvengono tenendo conto della tipologia del nucleo familiare, del numero dei componenti e del reddito complessivo del nucleo stesso. La prestazione è prevista in importi decrescenti per scaglioni crescenti di reddito e cessa in corrispondenza di soglie di esclusione diverse a seconda della tipologia familiare.

L'importo dell'assegno è pubblicato annualmente dall'Inps in tabelle di validità dal 1° luglio di ogni anno al 30 giugno dell'anno seguente. (circ. Inps n.84 del 23/05/2013)

Come avviene il pagamento dell’assegno familiare?

L'assegno viene pagato

  • dal datore di lavoro, per conto dell'Inps, ai lavoratori dipendenti in attività, in occasione del pagamento della retribuzione;
  • direttamente dall'Inps nel caso in cui il richiedente sia addetto ai servizi domestici, operaio agricolo dipendente a tempo determinato, lavoratore di ditte cessate o fallite, ovvero abbia diritto agli assegni come beneficiario di altre prestazioni previdenziali.

Il pagamento effettuato direttamente dall'INPS è disposto tramite bonifico presso ufficio postale o mediante accredito su conto corrente bancario o postale, indicando nella domanda il codice IBAN.

Da quando è possibile percepire l’assegno?

Il diritto decorre dal primo giorno del periodo di paga o di pagamento della prestazione previdenziale, nel corso del quale si verificano le condizioni prescritte per il riconoscimento del diritto (ad esempio, celebrazione del matrimonio, nascita di figli).

Quando decade il diritto all’assegno?

Il diritto all’ANF cessa alla fine del periodo in cui vengono a mancare le condizioni per il riconoscimento dello stesso: ad esempio, nel caso di separazione legale dal coniuge/parte di unione civile decade per l’ex coniuge/parte di unione civile, mentre, resta valido per i figli affidati o nel caso di raggiungimento della maggiore età del figlio con assoluta e permanente inabilità a proficuo lavoro.

Quando richiedere l'assegno familiare?

La domanda deve essere presentata per ogni anno a cui si ha diritto.

Qualsiasi variazione intervenuta nel reddito e/o nella composizione del nucleo familiare, durante il periodo di richiesta dell'ANF, deve essere comunicata entro 30 giorni.

Come richiedere l’assegno familiare?

È possibile presentare la richiesta dell’assegno famigliare online attraverso il nostro servizio 

Una volta effettuato il pagamento online, sarà possibile completare il form per l'invio della dichiarazione.

Quali documenti sono necessari per richiedere l'assegno familiare?

Per richiedere l'assegno familiare sono necessarie le seguenti informazioni del dichiarante:

  • Carta d'identità del richiedente
  • Codice fiscale del richiedente e dei familiari
  • Mandato di assistenza e rappresentanza (disponibile dopo l'acquisto da compilare e allegare)
  • Modello SR16 (disponibile dopo l'acquisto da compilare e allegare)
  • CUD 2019 del nucleo familiare
  • Dati dell'azienda (Codice Fiscale, Email, Numero Telefonico)


<-- Indietro
Maggiori informazioni?
Contattaci!
Nome(*):
eMail(*):
Telefono(*):
Richiesta(*):
Accetto(*): Informativa Privacy


oppure...
  +39.06.89274889
  +39.327.0392723
  Avvia Chat WhatsApp
CAF
Torna SU